Ptosi palpebrale

La ptosi palpebrale è l’abbassamento di una o entrambe le palpebre superiori.

Può essere completa, quando l’occhio è chiuso o incompleta quando è conservata ancorché ridotta l’apertura delle palpebre; può essere simmetrica o, più frequentemente, asimmetrica, variando il grado di severità.

La ptosi palpebrale può essere di vari tipi: congenita, miogenica, neurogena, aponeurotica, meccanica, pseudoptosi.


Ptosi congenita

La ptosi palpebrale può essere presente già alla nascita a causa di malformazioni che coinvolgono il muscolo elevatore della palpebra superiore oppure secondaria a traumi avvenuti durante il parto.

Ptosi Miogenica

Può dipendere da un problema muscolare come nel caso della miastenia o della distrofia muscolare, o di un trauma diretto che vada a danneggiare il muscolo.

Ptosi neurogena

Dipende da un difetto dell’innervazione del muscolo che eleva la palpebra e cioè da un danno a carico del III nervo cranico o una sindrome di Corner (danno del sistema parasimpatico e quindi dell’innervazione del muscolo di Muller implicato nel determinare la posizione della palpebra superiore).

Ptosi aponeurotica

Dipende da un danno dell’aponeurosi. L’aponeurosi è il tendine del muscolo che eleva la palpebra e si inserisce a ventaglio sul tarso, ovvero lo scheletro fibroso della palpebra. Quest’ultima forma è quella più frequente, quella generalmente legata all’età. In questa forma si verifica una vera e propria disinserzione dell’aponeurosi del muscolo elevatore della palpebra superiore; può inoltre essere conseguente ad interventi chirurgici sull’occhio come l’intervento di cataratta o altra chirurgia oppure in seguito a trauma diretto dell’aponeurosi.

Ptosi meccanica

Dipende da una lesione della palpebra che ne determina l’abbassamento.

Pseudoptosi

Sono tutte quelle condizioni che simulano un abbassamento palpebrale superiore pur in presenza di una palpebra anatomicamente e funzionalmente integra: enoftalmo, cioè un bulbo che tende a rientrare, dermatocalasi, un eccesso di cute della palpebra che scavalca il bordo palpebrale facendolo apparire abbassato, malposizioni del bulbo oculare.


Il trattamento della ptosi della palpebra superiore è pressoché solo ed esclusivamente chirurgico.

Richiedi informazioni

@

Autorizzo il trattamento dei dati personali trasmessi come stabilito dall'informativa privacy di STAR 9000. Attraverso questo consenso potrò essere ricontattato in merito alle informazioni richieste.

Interventi e trattamenti collegati

Credits: OZOTO snc - powered by (ORBITA)