Chirurgia degli Strabismi

Un intervento chirurgico può essere necessario a seconda del tipo di strabismo. La chirurgia dello strabismo rappresenta una tappa nel percorso che mira al recupero della funzione visiva unitamente alla scomparsa o alla riduzione di una deviazione.

L'intervento si pratica in anestesia generale e consiste nell'agire sui muscoli dell'occhio, in modo da metter gli occhi il più possibile in asse.

Possono essere necessarie diverse operazioni per arrivare a un risultato funzionale ed estetico soddisfacente. La chirurgia si indirizza a uno o più muscoli di un occhio o dei due occhi in funzione dei lati della valutazione pre-operatoria e delle constatazioni emerse durante 
l'operazione.

Nei giorni che seguono l'intervento gli occhi sono rossi. Possono presentarsi disturbi visivi passeggeri, lacrimazione, bruciore, prurito e a volte mal di testa. Tutti questi segni spariscono solitamente con un trattamento locale (gocce di collirio). La cicatrizzazione completa della congiuntiva richiede più giorni.

Credits: OZOTO snc - powered by (ORBITA)