Chirurgia della Cataratta

La chirurgia della cataratta ha avuto, negli ultimi quarant'anni, un'evoluzione rapida che ha permesso di rendere l'operazione sempre più sicura ed efficace con riduzione dei rischi per il paziente e tempi di recupero e ripresa dell'attività incredibilmente rapidi.

Sino a trent'anni fa i tempi di recupero erano di numerosi mesi ed un recupero funzionale era possibile soltanto con occhiali di gradazioni superiori alle dieci diottrie.

Successivamente gli impianti di cristallino artificiale hanno consentito una visione, con occhiali di un potere diottrico ragionevolmente basso.

La facoemulsifivazione dopo alcuni anni di ottimizzazione ha permesso tempi di recupero funzionale in meno di una giornata.

Dal 2012 sono a disposizione dei nuovi laser a femtosecondi che permettono di eseguire questa chirurgia, con maggiore precisione e sicurezza.

Intervento di Cataratta con Facoemulsificazione

La rimozione della cataratta viene realizzata con una sonda che frantuma ed aspira il nucleo del cristallino. Il nucleo è avvolto da un involucro sottile (capsula) che lo sorregge. La capsula viene lasciata al suo posto, poiché occorre come supporto per il cristallino artificiale e perché mantiene separata la porzione posteriore dell'occhio (vitreo e retina) da quella anteriore.

Alla rimozione della cataratta segue l'impianto del cristallino artificiale.

Intervento di Cataratta con Laser a Femtosecondi

Il laser a femtosecondi VICTUS, di cui il nostro centro vanta l'anteprima europea, ha una tecnologia unica nel suo genere, in grado di supportare l'intervento di cataratta ed è ideata per consentire una maggior precisione rispetto alle tecniche di chirurgia manuale.

Con il laser a femtosecondi si effettua, senza dolore per il paziente, l'apertura della capsula anteriore del cristallino, che risulterà perfettamente rotonda e di conseguenza più robusta e perfettamente centrata per una maggiore precisione nel posizionamento del cristallino artificiale.

In caso di astigmatismo, anche questo può essere corretto simultaneamente.

Il laser a femtosecondi effettua inoltre la frammentazione del nucleo del cristallino.

Il laser VICTUS è dotato di un sistema di controllo, in tempo reale, con un altro laser detto OCT.

Questo laser estremamente sofisticato verifica il posizionamento delle strutture oculari con la precisione di circa quattro micron, modificando in tempo reale, in una piccola frazione di secondo, il raggio d'azione del laser principale. Questa tecnologia crea un'enorme sicurezza nella prevenzione di rari ma possibili danni chirurgici provocati da movimenti del paziente o da variazione delle strutture oculari condizionate ad esempio da un rialzo della pressione arteriosa.

Tutte queste manovre vengono effettuate dal laser, automaticamente, in meno di un minuto.

Il chirurgo dovrà collegare tramite un'interfaccia a suzione, solo lievemente fastidiosa, l'occhio del paziente al laser per la durata dell'intervento.

Come precedentemente scritto, i possibili movimenti dell'occhio, sono compensati dal laser di controllo.

Dopo queste fasi che sono le più importanti, difficili e delicate della chirurgia della cataratta mediante facoemulsificazione, l'intervento viene completato con tecnica convenzionale.

Cristallini Artificiali

Grazie alla possibilità di personalizzare il cristallino artificiale, con l’intervento di cataratta si corregge e riduce il preesistente difetto visivo, utilizzando un cristallino artificiale multifocale o accomodativo, oltre a correggere il difetto visivo, si corregge anche la presbiopia, consentendo la vista sia da lontano che da vicino.

Sei interessato ai nostri servizi?
Invia un messaggio e sarai ricontattato al più presto